kebab vegano
FOOD

Kebab for breakfast

by

Kebab a colazione insomma, perché tutto è possibile

Mi sono sempre chiesta perchè avessero tradotto con il titolo “Kebab for breakfast” la serie televisiva “Türkisch für Anfänger”. Avete presente quella serie televisiva ambientata a Berlino che racconta le vicissitudini di una famiglia mista? Lei tedesca con prole a seguito e lui turco con prole a seguito. Che poi se non ricordo male il figlio di lui si fidanza con la figlia di lei e insomma un gran casino.

Ai tempi che furono la guardavo su mtv per poi riguardarla anni dopo in lingua originale per cercare di migliorare il mio tedesco. Ma niente, per le lingue non sono esattamente portata.

Detto questo, la traduzione letterale del titolo sarebbe turco per principianti. E da dove salta fuori allora questo kebab a colazione?

Noi comuni mortali che siamo abituati al caffè con la brioche e c’è chi osa dire che è una colazione sbilanciata…

 

Cosa direste di fronte al temerario che addenta un kebab alle dieci del mattino?

Voi direte “non ci credo”. Nemmeno io ci credevo ma è la realtà dei fatti. Il kebab a colazione è molto più diffuso di quanto si possa credere. Paese che vai, usanze che trovi. Dice il detto.

Io preferisco il dolce per colazione ma mi capita delle volte di bere la zuppa di miso o di mangiare i fagioli con aceto (va bene, sono tremendi anche questi di prima mattina ma è la nostra colazione post serata alcolica)… ma ecco un panino pieno di salse con carne di dubbia provenienza, con cipolle e cetrioli, speziato e salato a volontà non lo so se ce la potrei fare.

Io che pensavo di avere quello che si definisce uno stomaco forte, di fronte ai mangiatori di kebab per colazione getto la spugna. È troppo pure per me. Li osservo mentre addentano il loro panino senza scrupolo alcuno. E niente, mi sembra un attentato alla salute.

Ad ogni modo il kebab da queste parti è uno dei piatti senza dubbio più diffusi, che viene mangiato dalla mattina fino alla sera.

E se il kebab fosse vegano cambierebbe qualcosa? Mah, magari per pranzo in una giornata senza troppi impegni.

Sono le quattro del pomeriggio e abbiamo pranzato ora (in questo caso non so bene se si tratti di pranzo, merenda o cena ma come al solito prima il dovere e poi il piacere) con il nostro kebab di soia. In realtà si tratta di straccetti di soia lasciati marinare tutta la mattina e poi fatti saltare con paprika, peperoni e cipolle. Accompagnati con cavolo rosso e tahin, cetrioli, cipolle crude e coriandolo. E cavolfiore. E la mia versione era pure più leggera perchè ho evitato il pane.

Beh morale della favola non mi muovo più. Resto fedele alle tradizioni. Caffè e brioche la mattina è meglio.

kebab vegano

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata

Ti potrebbero interessare anche

Most Popular

error: Content is protected !!