olive ascolane
RICETTE  Snack

Olive all’ascolana vegan e senza glutine

by

Olive all’ascolana, uno degli snack più buoni della cucina italiana proposto in chiave veg

Chi non conosce quelle olive verdi ripiene di carne, impanate e fritte? Sono una vera delizia ma solo se in versione no meat. Per chi fosse interessato a qualche cenno storico rimando direttamente qui dove viene raccontato come nascono.

Dalle mie parti non sono molto diffuse ma mi è capitato di vederle spesso a fiere o mercatini e mai in versione cruelty free, peccato. E allora non ci resta altro che prepararle e gustarle a casa. Si prestano benissimo come antipasto o come snack per un aperitivo o per un buffet. ♥ vegan finger food

Per quanto riguarda la versione vegana ci sono diverse ricette, c’è chi farcisce le olive con muscolo di grano, chi con il seitan. Io non amo il seitan (a dire il vero non lo amo perchè mi fa stare male, non per altro) e preferisco utilizzare il ragù di soia, che è decisamente più leggero.

La ricetta del mio ragù la trovate qui. Io preferisco abbondare sempre quando lo preparo, in modo da poterlo porzionare e surgelare per le giornate in cui non ho tempo per cucinare e mi serve qualcosa di già pronto.

Potete utilizzare le olive con nocciolo e denocciolarle oppure utilizzare delle olive già denocciolate. Ora, non so a voi ma a me il tempo che ho a disposizione non è mai abbastanza, sono sempre di corsa e se posso cerco di facilitarmi la vita, non di complicarmela. Capisco la soddisfazione di dire “ho anche denocciolato le olive” ma forse anche no: io preferisco comprarle già denocciolate e sono più contenta. Ho una mezz’ora in più a disposizione per fare altro.

Morale della favola: scegliete voi. Io sono un po’ scansa-fatiche.

Vi occorrono:

  • una trentina di olive
  • ragù di soia (quanto basta)
  • 80 gr di farina di riso
  • acqua qb
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di bicarbonato
  • pangrattato (io ho usato quello di mais)

Sciacquate le olive e fatele asciugare bene. Riempite ogni oliva con il ragù di soia. Potete aiutarvi con un cucchiaino o con la saccapoche.

Preparate una pastella con la farina di riso, un pizzico di sale, una punta di bicarbonato e dell’acqua gassata. Passate ogni oliva prima nella pastella e poi nel pangrattato.

Fate scaldare l’olio e friggete le olive fino a che non risultano dorate.

Servitele con della salsa di soia o con della maionese vegana. E ora ditemi, non sono buonissime?

olive ascolane

 

Share
2 Comments
  1. Sergio Cocco 1 mese ago
    Reply

    Oggi le provo a farle. Grazie della ricetta. Era tanto che ne cercavo una “valida”

    • yu 1 mese ago
      Reply

      Hai provato a farle? Come ti sono venute?

Lascia un commento

La tua mail non verrà pubblicata

Ti potrebbero interessare anche

Most Popular

error: Content is protected !!