tempeh
PIATTI UNICI

Tempeh di soia autoprodotto

2 luglio 2017

Adoro il tempeh, sia quello di soia che quello di lupini. Ad essere sincera forse adoro più quello di lupini che quello di soia ma non ha importanza. Il tempeh mi piace punto. Fino ad ora l’ho sempre comprato ma già da un po’ mi gironzolava per la testa l’idea di prepararlo. Mi sono decisa. Ho ordinato lo starter e mi sono messa all’opera. Ho fatto una ricerca su internet per la ricetta e i pareri erano comuni. Servono:

  • 300 gr di soia
  • 2 cucchiai di aceto
  • 1 cucchiaino di starter

 

Innanzitutto bisogna mettere a bagno la soia per almeno 24 ore cambiando l’acqua una volta. Scolatela e mettetela a cuocere per circa 30 minuti in una quantità di acqua pari al doppio della suo peso con due cucchiai di aceto. Fatela raffreddare nella sua acqua. Ora sfregate la soia tra le mani in modo da staccare le bucce. Questa è stata la parte più ostica di tutta la preparazione. Ammetto di aver perso un po’ la pazienza e col senno di poi avrei potuto usare la soia decorticata.. Ora buttate le bucce, scolate la soia, rimettetela nella pentola e fatela cuocere qualche minuto. Aggiungete il cucchiaino di starter. Mescolate bene e mettete la soia in un sacchetto per freezer che andrete a bucherellare in più punti con la punta di un ago. Cercate di dare al vostro tempeh una forma rettangolare. Lasciate fermentare la soia per 48 ore in un luogo abbastanza caldo (circa 30°) fino a quando non risulta ricoperta da una patina bianca. Conservate il tempeh in frigorifero per qualche giorno oppure in freezer.

Qui il tempeh dopo 48 ore a fermentare:

tempeh

Ora, esistono diversi modi per cucinarlo. Fritto è buonissimo ma lo so, meglio optare per una cottura un pizzico più leggera. Lo si può tagliare a fette e far scaldare da entrambi i lati in un goccio di olio cospargendolo di pangrattato di mais. Come qui:

tempeh saltato

Oppure mi piace anche così: preparo una tazza di brodo vegetale, aggiungo un cucchiaio di curcuma, un cucchiaino di tamari, un pizzico di pepe e maggiorana. Faccio marinare il tempeh tagliato a fettine o bastoncini in questo prepararto per un paio di ore. Dopodichè passo il tempeh nel pangrattato di mais o di riso e lo faccio saltare da entrambe i lati in un goccio di olio fino a che non diventa dorato.

tempeh marinato

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *